Per monitorare il livello di sicurezza dei siti WordPress il plugin più utilizzato dai webmaster è Wordfence che permette di effettuare lo scan del sito, e di rilevare eventuali problemi e falle che possono permettere agli hacker di mettere a segno un attacco. Wordfence è inoltre un prezioso strumento di analisi del sito WordPress in quanto in tempo reale, ad esempio, è in grado di rilevare l’eventuale presenza di URL che generano un errore 404, e di monitorare non solo gli indirizzi IP degli utenti, ma anche quelli dei robot che accedono al dominio.

Trattasi di un monitoraggio fondamentale per la sicurezza del sito in WordPress in quanto all’occorrenza si può limitare l’accesso a specifici indirizzi IP, ed all’occorrenza anche quelli provenienti da un ben preciso Paese del mondo. Rispetto agli altri plugin che permettono di effettuare le stesse operazioni, Wordfence Security è noto anche per garantire un miglioramento delle prestazioni del sito Internet o del blog grazie alla funzionalità di caching.

Nel dettaglio, dopo aver installato il plugin Wordfence Security accedendo a questo link , basterà andare nella sezione che è denominata ‘Performance Setup’ al fine di attivare la caching potendo scegliere tra due versioni, per poi andarla a configurare in modo tale che questa in automatico venga svuotata nel momento in cui sul sito WordPress viene pubblicato un nuovo post. Inoltre, il plugin per il cashing di Wordfence Security permette anche di svuotare la cache manualmente, così come si possono escludere dalla cache degli specifici Url.

La novità che riguarda proprio il 12 Aprile 2017, è che gli sviluppatori di Wordfence hanno scoperto che gli hacker bucano i siti in WP tramite i router di casa, quindi sul sito di Wordfence trovate anche un tool per fare scan al router.

276 Total Views 3 Views Today