Un trimestre difficile per Apple, come ha affermato Tim Cook in un’intervista al Wall Street Journal. Per la prima volta dal 2003, il bilancio della casa di Cupertino registra un netto calo del 22%, chiudendo a 10 miliardi e mezzo di dollari.

Gli analisti di borsa, che prevedevano un calo fino a 2 dollari ad azione del titolo Apple, si sono dovuti ricredere anl momento in cui le quotazioni si sono attestate ad 1,90 dollari ad azione, con un calo del 13% dei ricavi, scesi a 50,6 miliardi di dollari.

Il calo del titolo è da imputare soprattutto al calo delle vendite dei modelli di iPhone nel trimestre 2016, stimato attorno al 16,3% e pari a 51,19 milioni di prodotti, contro i 61,17 milioni dello stesso periodo del 2015. A pesare sul crollo delle vendite è stato inoltre il rallentamento del mercato cinese.

255 Total Views 1 Views Today