La testata americana Business Insider conferma che lo scorso anno più di 2500 persone sono state vittime di un virus in grado di bloccare dispositivi pubblici e privati, per la cui “liberazione” sono stati pagati nel 2015 oltre 24 milioni di dollari.

Sotto attacco informatico non solo comuni cittadini, amministrazioni locali, organi di polizia ma anche ospedali, come l’Hollywood Presbyterian Medical Center di Los Angeles, le cui apparecchiature per la TAC sono state tenute sotto scacco per una intera settimana. Gli hacker hanno così ottenuto un pagamento di 17 mila dollari.

L’Fbi sostiene che il prezzo per poter nuovamente accedere ai propri dati vanno dai 200 ai 10 mila dollari, e che dal 2005 le denunce per attacchi pirata sono salite a quota 7700.

224 Total Views 2 Views Today