Per investire in criptomonete i piccoli investitori, al fine di poter negoziare le monete virtuali, hanno sempre bisogno di rapportarsi con una controparte, ovverosia con un intermediario che non solo esponga con continuità prezzi in acquisto ed in vendita su Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin, ma che metta pure a disposizione una piattaforma di trading online possibilmente accessibile non solo con il computer portatile con il PC da tavolo, ma anche muniti di smartphone e di tablet. Gli intermediari online, come quelli che sono recensiti su https://www.mercati24.com/migliori-broker-per-criptovalute/ , vanno in ogni caso scelti non solo in ragion dell’ampia gama di criptomonete su cui è possibile investire, ma anche facendo molta attenzione ai costi.

Trasparenza trading online in monete virtuali, è arrivata la MiFID II

Non tutti gli intermediari, anche se sono regolarmente autorizzati ed abilitati nell’offerta di prodotti e di servizi di investimento, adottano politiche di piena trasparenza, nei confronti dei clienti, in materia di costi applicati sui conti di trading e sugli ordini eseguiti per quel che riguarda le commissioni ed i costi fissi e/o variabili.

Queste criticità, pur tuttavia, dal mese di gennaio del 2018 saranno in tutto o in parte superate grazie all’entrata in vigore della cosiddetta MiFID II che non è altro che la nuova direttiva europea sui servizi di investimento che vincola non solo i broker online, ma anche le Società di investimento mobiliare (Sim) e le banche a adottare nei confronti dei propri clienti delle policy fortemente orientate alla trasparenza non solo peraltro sui costi dei prodotti e dei servizi, ma anche sui livelli di rischio e sulle possibili perdite alle quali si può andare incontro nei casi e nelle situazioni più avverse.

Investire in criptovalute, come proteggere gli asset acquistati

Considerando che nell’ultimo anno le quotazioni delle principali criptovalute hanno fatto registrare rialzi stellari, la scelta di un broker online serio, sicuro e trasparente è la condizione necessaria ma non sufficiente per proteggere quella che in monete virtuali è diventata ormai in tutto e per tutto una forma di investimento.

In particolare, le piattaforme di trading online in criptovalute sono sicure, ma nell’ottica di proteggere gli asset e la liquidità presente sul conto di trading occorre pure custodire gelosamente le credenziali di accesso ed i dispositivi con cui si accede alla piattaforma di negoziazione. E questo perché i migliori broker online permettono al cliente di accedere al conto di trading con tanti dispositivi fissi e mobili, dal PC desktop al computer e passando per lo smartphone ed il tablet.

Di conseguenza, anche se la piattaforma è sicura, se i dispositivi di accesso cadono nelle mani sbagliate si rischiano intrusioni e violazioni sul conto indesiderate. A riguardo la soluzione migliore è quella di memorizzare la username e la password di accesso ai conti, e di fare sempre il logout, da qualsiasi dispositivo, nel momento in cui la piattaforma non deve essere utilizzata se non in un secondo momento quando necessario.

129 Total Views 2 Views Today