Toyota Uber

Uber espande attività in Africa

La compagnia californiana Uber, famosa per il noleggio di mezzi con conducente, si starebbe espandendo nel continente africano, in cui è già presente nelle maggiori metropoli del Kenya quali Mombasa e Nairobi, nonché in Nigeria e Sudafrica.

Tra i paesi nel mirino dell’espansione ci sarebbero Ghana, Uganda e Tanzania, paesi in cui vi è una scarsa propensione da parte della popolazione ad effettuare acquisti e pagamenti online. “Il mercato non è come quello americano”, ha dichiarato Alon Lits, Uber general manager per l’Africa sub-Sahariana, “dove le persone non ci pensano due volte ad acquistare online”. La decisione di Uber di accettare pagamenti in contanti in Kenya ha generato infatti un aumento della richiesta di servizi con conducente.

I tassisti sudafricani avrebbero invece cercato di contrastare l’attività di Uber nel loro paese mediante proteste con lanci di pietre sulle vetture convenzionate.

epa03177135 The logos of the Facebook (L) and Instagram (C) apps are pictured on an IPhone in Cologne, Germany, 09 April 2012.The social network Facebook, flush with cash as the company steers toward public trading scooped up the Instagram mobile photo-sharing application for about 1 billion dollars in cash and stock, on 09 April 2012.  San Francisco, USA, based Instagram, with more than 30 million users, is one of the most popular free photo-sharing application on Apple's App store.  EPA/Rolf Vennenbernd

Usa, 62% persone usa social per informarsi

Stando ad un’indagine condotta dal Pew Research Center, il 62% degli statunitensi ottiene informazioni e notizie mediante l’uso dei social network.

Primo tra tutti Facebook, con una base d’utenza di 222 milioni di persone tra Usa e Canada. Tra gli utenti del network di Mark Zuckerberg, che corrispondono circa al 67% della popolazione americana, il 44% di essi si informa attraverso l’utilizzo della rete social. Le altre fonti di notizie risultano essere Twitter, con il 10% degli utenti, e Youtube, con il 9% della popolazione statunitense.

Per quanto riguarda invece la piattaforma Reddit, circa il 70% degli iscritti si informerebbe via social, ma a differenza di Facebook questo tipo di utenti ricerca volutamente informazioni, contro le news casuali ricercate da chi frequenta la piattaforma blu.

PAYPAL

PayPal abbandona dispositivi Windows Phone

Una ennesima tegola si abbatte su Microsoft. L’annuncio di PayPal, la nuova applicazione per pagamenti e transazioni online, ha infatti annunciato di voler abbandonare i dispositivi mobili basati su Windows phone, il sistema operativo creato dall’azienda di Redmond.

La dismissione riguarderà anche i Blackberry e il lettore di e-book Kindle Fire, mentre resteranno disponibili le applicazioni per i dispositivi basati su iOS e Android.

“Quella di abbandonare il supporto all’applicazione di PayPal su queste piattaforme mobili è stata una decisione difficile – ha precisato in una nota PayPal – ma crediamo sia la cosa giusta da fare, in quanto potremo così investire maggiori risorse nella creazione di esperienze d’uso per i nostri clienti sempre migliori. Ci scusiamo per eventuali disagi che questa decisione potrebbe comportare per i nostri clienti”.

epa05270665 (FILE) A file photo dated 16 March 2016 showing trade show visitors passing the  Microsoft company stand at the CeBIT computer trade show in Hanover, Germany. US technology giant Microsoft will release their 1st quarter 2016 results on 21 April 2016.  EPA/MAURITZ ANTIN

Microsoft dichiara 1850 esuberi

Il colosso presieduto da Bill Gates ha annunciato tagli al personale per circa 1850 effettivi. La maggioranza di essi risiede nella sede della Nokia in Finlandia, recentemente acquisita dal gruppo Microsoft, il cui brand è stato recentemente riacquistato dall’azienda scandinava per commercializzare i telefoni cellulari a basso costo.

La decisione dell’azienda di Redmond è dovuta al mancato decollo delle vendite dei nuovi modelli di smartphone, nonché ad una precisa strategia che punta a concentrare i propri sforzi economici e produttivi sulla costruzione di componenti hardware per la telefonia mobile.

L’acquisizione di nokia da parte di Microsoft aveva a suo tempo fatto confluire nel colosso circa 25 mila dipendenti, mentre l’anno scorso, su un totale di 110 mila dipendenti, sono stati tagliati circa 7800 posti di lavoro.

Un uomo utilizza un computer portatile in una foto d'archivio. ANSA/FRANCO SILVI/DRN

Italia, software pirata in calo

Stando al sondaggio globale condotto da Business Software Alliance (Bsa), la corporazione che racchiude i produttori di software di tutto il mondo, nel nostro paese sarebbero in calo il numero dei software “piratati”, ovvero non dotati di licenza regolare che ne attesta l’autenticità e il pagamento. Il livello globale dei software pirata si attesterebbe invece attorno al 45% del totale, con un calo di due punti percentuali dal 2013 al 2015

“E’ un risultato che ci fa molto piacere in quanto premia il lavoro svolto da BSA in Italia in questi anni”, ha affermato Paolo Valcher, presidente del comitato italiano di BSA. I paesi col più alto numero di software non regolari sono quelli dell’area asiatica (61%), seguiti dall’Europa centro-orientale (58%) e dall’Africa Mediorientale (57%)

YouTube e i video a 360 gradi

Ue lancia il mercato unico digitale

L’unione Europea ha stabilito i criteri che getteranno le basi per il futuro mercato unico dei contenuti digitali.
tra i principi basilari spiccano le limitazioni alla pubblicità, la libererà di operare shopping online senza limiti di residenza o restringimenti sui circuiti di pagamento, trasparenza dei corrieri e, soprattutto, l’obbligo da parte delle piattaforme televisive tradizionali e on-demand di pubblicizzare i film europei.

Unico mercato al di fuori di questa gigantesca operazione di tutela è quello musicale, oltre che al settore dei videogiochi e degli e-book. Per queste particolari categorie merceologiche resterà quindi vigente l’obbligo di comprare negli online store dei propri paesi di residenza, anche se in futuro sono previste misure ad-hoc.

epa05270665 (FILE) A file photo dated 16 March 2016 showing trade show visitors passing the  Microsoft company stand at the CeBIT computer trade show in Hanover, Germany. US technology giant Microsoft will release their 1st quarter 2016 results on 21 April 2016.  EPA/MAURITZ ANTIN

Microsoft lavora su propria assistente virtuale

Sulla scia di Google e di Apple, anche Microsoft starebbe lavorando ad una propria assistente virtuale. Stando alle indiscrezioni riportate dal sito ZDNet, il colosso di Redmond sarebbe alla ricerca di un ingegnere specializzato in questo particolare settore.

Bing Concierge Bot, questo il nome dell’assistente virtuale, dovrebbe avere funzionalità simili alle altre omologhe progettate da Google ed Apple, connettendosi al motore di ricerca Bing, interagendo con sms, whatsApp, e interfacciandosi con programmi come Telegram Skype.

L’idea di Microsoft è quella di creare una utility capace di rispondere al telefono con una voce del tutto simile a quella umana, di prenotare alberghi, eseguire attività in automatico, collegarsi ad internet e comportarsi con la tecnologia proprio come farebbe una persona fisica.

epa05130277 (FILE) A file picture dated 31 January 2012, shows a view of Facebook's corporate headquarters in Menlo Park, California, USA. Smartphone advertising fueled record earnings on 27 January 2016 for Facebook, as the company reported more than 1 billion US dollar in quarterly income for the first time - more than double the year before. Facebook netted 1.56 billion US dollar for 2015's fourth quarter, up 125 percent from 701 million for the same period in 2014. Revenues rose 52 percent year-on-year to 5.84 billion US dollar. The world's largest internet social network reported 3.69 billion US dollar in net income for the full year, up from 2.94 billion for 2014. Advertising accounts for nearly all of Facebook's revenue, and 80 percent of ad revenue came from adverts on Facebook's mobile sites. As of the end of 2015, Facebook had 1.59 billion active users worldwide, the company said, an increase of 40 million over the previous quarter. More than nine out of 10 users accessed Facebook via smartphones and tablets. Facebook has recently made changes to the way ads appear - between posts on user feeds, rather than to the side - to a noticeable spike in sales.  EPA/PETER DaSILVA

Facebook, bacheca divisa per categorie

Stando a quanto riportato dal sito TheNextWeb, la nostra bacheca di Facebook, in cui sono riportati i post in ordine sparso, presto potrebbe assumere una forma più “ordinata”.

Il team di sviluppatori del social network blu starebbero infatti lavorando alla creazione di specifiche categorie in base alle quali dividere post e notizie: dai film alle serie tv, dai viaggi alla musica, passando infine per cibo e sport. Il fine di questa separazione è l’ulteriore personalizzazione dei contenuti della bacheca Facebook, in modo tale che l’utente possa selezionare ad esempio un cartone animato piuttosto che un film d’azione all’interno della categoria film e tv.

Su Twitter sono comparse alcune immagini di questa nuova tipologia di bacheca, attualmente in fase di collaudo presso una ristretta cerchia di utenti.

YouTube a realtà virtuale

Youtube e Daydream per la realtà virtuale

L’ultima novità in termini di realtà virtuale arriva da Youtube, che ha annunciato di avere in lavorazione un’applicazione appositamente studiata per Daydream, la piattaforma di Google per realtà aumentata.

Youtube VR, questo il nome della app progettata dal colosso dell’intrattenimento video, consentirà di immergersi direttamente dal salotto di casa in un mondo sempre più interattivo e a portata di mano, grazie anche alla collaborazione con BuzzFeed, l’NBA e Tastemade, che permetteranno agli utenti una maggiore disponibilità di contenuti multimediali interattivi.

Stando a quanto dichiarato dai vertici di Youtube sul proprio blog, l’idea di fondo sarebbe quella di “fornire un modo più semplice e immersivo per trovare contenuti e sperimentare la realtà virtuale su YouTube”.

epa05303062 People standing in front of an Apple store in Beijing, China, 13 May 2016. US technology giant Apple Inc. has invested 1 billion US dollars in Didi Chuxing, a Chinese ride-sharing company and a rival of Uber in China, the company said in a statement on 13 May.  EPA/HOW HWEE YOUNG

Nuovo design per gli Apple Store

Per celebrare i 15 anni dalla nascita degli Apple Store, il marchio della mela ha deciso di inaugurare un nuovo punto vendita della città californiana di San Francisco, creato dall’architetto Norman Foster.

Il nuovo e avveniristico edificio sorgerà in Union Square, mentre il negozio storico di Stockton Street chiuderà definitivamente a partire da questa sera. Le nuove funzionalità presenti nell’Apple Store di San Francisco saranno gradualmente inserite nei punti vendita di tutto il mondo, come ad esempio la “Plaza”, uno spazio aperto 24 ore su 24 all’esterno dello store, aperto al pubblico e dotato di connessione wi-fi, che sarà inserito solo negli Apple Store di rilievo.

Tra le novità di design annunciate c’è anche uno spazio per gli artisti e la presenza di postazioni “verdi” s misura d’uomo. Un segno di come oramai l’Apple Store stia assumendo un ruolo di rilievo sociale all’interno delle comunità globali.